Harlem

Andando a Manhattan, dovete includere anche una visita al celebre quartiere “nero” Harlem: qui ascolterete i gospel nelle chiese, alzandovi anche voi in preda all’energia esuberante che vi trasmetterà il coro! L’era della musica jazz con locali come il Cotton Club o l’Apollo, icone come Louis Armstrong, Don Redman, Duke Ellington, Ella Fitzgerald. Eppure fino agli anni ’80, il quartiere degradò purtroppo nel razzismo, ma un programma di ristrutturazione negli ultimi anni punta sui musei, i ristoranti e i locali notturni che fanno rifiorire il quartiere.

Harlem ha origine antiche: gli olandesi la fondarono nel 1658 (Nieuw Harleem) in onore della cittadina omonima. Il 1880 la vide protagonista grazie al collegamento ferroviario con il sud dell’isola, e per trent’anni Harlem si trasformò in una delle zone più eleganti di New York!

Tra il 1910 ed il 1920 fu la recessione a provocare la speculazione che portò a vivere in piccolissimi appartamenti ad intere famiglie di colore, e l’era del jazz.

Ma questa storia la scoprirete andando a respirare Harlem.

Leave a Reply